Basta andare all'estero per trovare lavoro!

Aeroplano in volo verso l'estero

Quando si pensa al mercato del lavoro è facile lasciarsi prendere dalla disperazione e vedere il nostro paese solo in negativo e gli altri solo in positivo.

Facilmente si pensa che “basta andare all’estero” - in particolare in Inghilterra - a qualsiasi età e trovare il lavoro.

Andare all’estero è comunque una forma di emigrazione, anche se “di lusso”, se consiste nel trasferirsi in un altro paese per lavorare non richiesti dall’azienda per cui si sta lavorando. E l’emigrazione ha dei risvolti di vita ancora più impattanti che non il solo lavoro.

Andare all’estero insegna anche a noi, che magari rimaniamo in Italia, alcune cose:

  • c’è un metodo nel cercare lavoro
  • l’età si vince con la competenza
  • l’ambiente e la cultura contano nel proprio sviluppo professionale come stimolo
  • l’Erasmus è un’esperienza dei nostri tempi che ha un peso
  • fallire non è la fine, bensì l’inizio di un nuovo percorso.

Partire, viaggiare, allontanarsi a volte significa fuggire, liberarsi.

Quando andavo all’Università ad esempio, decenni fa, ricordo che presa dalla pesantezza del quotidiano a volte pensavo - vedendo gli aerei decollare da Linate – “quasi quasi prendo un volo e …”.

A volte il mettere in conto di andarsene ha motivazioni altre rispetto al solo lavoro e su queste bisogna fare un bell’esame di coscienza o perlomeno esserne coscienti.

Informazioni sull'autore
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
Cristina Gianotti si occupa da oltre quindici anni di Coaching - Career, Executive e Business Coaching – a supporto di: manager, professionisti, imprenditori interessati a investire su stessi e sulla propria crescita professionale. Viene da un background di consulenza direzionale, management e imprenditoria. Nel 2016 ha pubblicato il suo primo libro "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" con bookabook. Nel 2018 il suo secondo sul networking: "Connecting Dots: il networking, questo sconosciuto".

comments powered by Disqus

Ricerca

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

Perchè Smart Working non è lavorare da casa

Ritorno sull'argomento Smart Working con un articolo scritto nella prima fase della pandemia


Perché, oggi, il lavoro precario è così diffuso e persistente? di Sergio Vicàri

Le riflessioni di Sergio Vicàri su un tema di stretta attualità


Una nuova firma sul nostro blog – Sergio Vicàri

Si allarga il fronte dei contributi e si arricchisce la discussione sullo Smart Working


No-code: il nuovo mantra per sviluppare software rapidamente

Domanda elevata (di nuovo software) ed offerta limitata (di programmatori) impongono l’adozione di strumenti atti a ridurre tempi e costi di sviluppo.


Dovete ripensare il vostro Company Profile?

Noi lo abbiamo realizzato così

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto