Basta andare all'estero per trovare lavoro!

Aeroplano in volo verso l'estero

Quando si pensa al mercato del lavoro è facile lasciarsi prendere dalla disperazione e vedere il nostro paese solo in negativo e gli altri solo in positivo.

Facilmente si pensa che “basta andare all’estero” - in particolare in Inghilterra - a qualsiasi età e trovare il lavoro.

Andare all’estero è comunque una forma di emigrazione, anche se “di lusso”, se consiste nel trasferirsi in un altro paese per lavorare non richiesti dall’azienda per cui si sta lavorando. E l’emigrazione ha dei risvolti di vita ancora più impattanti che non il solo lavoro.

Andare all’estero insegna anche a noi, che magari rimaniamo in Italia, alcune cose:

  • c’è un metodo nel cercare lavoro
  • l’età si vince con la competenza
  • l’ambiente e la cultura contano nel proprio sviluppo professionale come stimolo
  • l’Erasmus è un’esperienza dei nostri tempi che ha un peso
  • fallire non è la fine, bensì l’inizio di un nuovo percorso.

Partire, viaggiare, allontanarsi a volte significa fuggire, liberarsi.

Quando andavo all’Università ad esempio, decenni fa, ricordo che presa dalla pesantezza del quotidiano a volte pensavo - vedendo gli aerei decollare da Linate – “quasi quasi prendo un volo e …”.

A volte il mettere in conto di andarsene ha motivazioni altre rispetto al solo lavoro e su queste bisogna fare un bell’esame di coscienza o perlomeno esserne coscienti.

Informazioni sull'autore
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
Cristina Gianotti si occupa da oltre quindici anni di Coaching - Career, Executive e Business Coaching – a supporto di: manager, professionisti, imprenditori interessati a investire su stessi e sulla propria crescita professionale. Viene da un background di consulenza direzionale, management e imprenditoria. Nel 2016 ha pubblicato il suo primo libro "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" con bookabook. Nel 2018 il suo secondo sul networking: "Connecting Dots: il networking, questo sconosciuto".

comments powered by Disqus

Ricerca

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

Speakap: working smarter in the smart working age

La piattaforma social Intranet che abilita collaborazione e coordinamento anche a distanza


Lavoro a distanza e Smart Working: quali le differenze e come arrivarci

Il lavoro a distanza ha incontrato molti favori. Ma lo smart working è un’altra cosa. Vi raccontiamo le differenze e come ci si arriva..


"Ricomincia da te" di Paola Pesatori

Settembre è il mese dell'inizio: della scuola, del lavoro, della ricerca del lavoro, delle promozioni, delle assunzioni.


Come sostituire la revisione annuale delle performance?

Ecco l’alternativa ad una pratica passata di moda


Ah! la sintesi nel cv o nella presentazione di sè. Dipende anche dalla lingua usata...

“Italian is about 30% longer than English". Oltre a essere più breve, l’inglese è oggettivamente più sintetico.

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto