Centinaia di eventi pubblici e privati saltati o posticipati a causa del Corona Virus: qual è l'alternativa?

Virtual Event  Foyer


Stiamo vivendo un’epoca senza precedenti: abituati a viaggiare per partecipare a fiere, convegni ed eventi specializzati ci siamo ritrovati all’improvviso a fare i conti con cancellazioni che hanno azzerato in poco tempo gli sforzi organizzativi di mesi, rivoluzionato le agende, compromesso i budget e messo a repentaglio un intero settore (quello di chi li organizza – ndr).

Pensate ad esempio al Salone dell’Auto di Ginevra o al Salone del Mobile di Milano, tanto per citare due esempi eclatanti, ma sono centinaia gli eventi che, da poche decine di partecipanti alle centinaia di migliaia di visitatori attesi sono stati cancellati o posticipati. Recuperare il tempo perso sarà difficile, quando non impossibile, e le soluzioni messe in piedi per “virtualizzare” gli eventi sono relativamente efficaci: un video pubblicato su YouTube può essere un buon promo o offrire brevi spunti ma non può sostituirsi alla visita ad una fiera; analogamente è difficile pensare che il programma di un convegno di due giorni possa essere usufruito collegandosi online ad una qualche piattaforma di video streaming.

Sicuramente sono molte le piattaforme generaliste che offrono servizi di broadcasting, chat e video conference, ma queste non sono state progettate per realizzare un’esperienza immersiva, coinvolgente ed appagante tale da equivalere agli eventi reali. Ci sono delle alternative? Secondo noi una possibilità interessante è rappresentata da Virtual Event, una delle componenti della piattaforma digitale integrata Leaplines commercializzata da Moovs e, in Italia, da GoodGoing!

Che la necessità sia quella di presentare una nuova strategia alla totalità dei dipendenti di una grande impresa, lanciare un nuovo prodotto, ospitare un pre-evento in previsione di un congresso, il congresso stesso oppure il suo proseguimento (o qualsiasi altro tipo di evento che preveda un volume rilevante di partecipanti), Virtual Event è in grado di soddisfare le necessità degli organizzatori realizzando una “customer experience” di grande impatto visivo ed emotivo.

È possibile scegliere tra filmati, animazioni, contenuti generati dagli utenti o persino un’eccitante escape room. Gli invitati avranno accesso per un periodo predeterminato di tempo ad un URL ed una hostess personale li riceverà spiegando le opzioni ed il programma di visita o l’agenda.

Con Virtual Event è possibile:

raggiungere dipendenti o invitati attraversando confini e fusi orari in più paesi senza la necessità che i dipendenti o i formatori debbano viaggiare;

evitare il passaggio di informazioni a cascata e facilitare il contatto diretto con l'organizzazione a tutti i livelli, senza il rischio che i messaggi possano essere riformulati (e fraintesi).

Virtual Room prevede “stanze” dedicate ai temi da affrontare con contenuti di tipo diverso: sale plenarie per i contenuti di interesse generale (welcome del CEO, ad esempio) e sale secondarie per gli interventi specializzati (video), stanze con contenuti “ispirazionali” con interventi da parte di ospiti (video) alternati a documenti e presentazioni, Social Rooms per interagire con gli altri partecipanti o porre domande e ricevere risposte, test, quiz, check list o questionari per valutare le conoscenze dei partecipanti, aumentare il livello di interazione oppure condurre sondaggi per ottenere la percezione su un soggetto e ancora: lavagne con animazioni per presentare dei concetti o divertire ed intrattenere con l’uso di giochi prevedendo riconoscimenti (distintivi guadagnati) e classifiche.

Come potete comprendere si tratta di una soluzione ben più versatile e completa rispetto ad una piattaforma generalista; i benefici in materia di tempo risparmiato, costi (niente spese di viaggio e accomodamento per gli ospiti, minori costi per speaker o trainer) e possibilità da parte dell’utente di frazionare l’usufruizione dei contenuti secondo disponibilità consentono di passare da un evento unico ad un processo giustificando l’investimento.

Da una delle società leader a livello mondiale nei servizi professionali (che ha impiegato Virtual Event per creare un ambiente virtuale in grado di attrarre candidati da inserire nella propria organizzazione) alla holding di alcuni tra i più importanti Fashion brand (che ne ha fatto la piattaforma di training sugli order system visuali impiegati nei propri showroom) alla multinazionale globale delle household appliance (il cosiddetto “bianco”, che ha realizzato uno Showroom virtuale per venditori, tecnici e rivenditori), i casi di successo sono numerosi come importanti sono i ritorni economici conseguiti e misurati.

Non è tuttavia possibile apprezzare completamente il valore delle soluzioni realizzate con Virtual Event senza assistere ad una dimostrazione. Se interessati contattateci via mail scrivendo a info@goodgoing.it. Saremo lieti di organizzare una sessione ad hoc.

Informazioni sull'autore
Stefano Carlo Longo
stefano.carlo.longo@goodgoing.it
Stefano Carlo Longo ha una lunga carriera di “innovatore” nel mondo dell’ICT, maturata in funzioni direttive nell’ambito commerciale, del marketing e della consulenza presso alcune tra le più importanti società internazionali, tra cui EY, Atos e Adobe. Co-fondatore di una società di eCommerce dedicata ai vini di alta gamma e investitore in una start up in ambito Mobile Engagement in rapido sviluppo (MobileBridge), ne promuove la presenza presso clienti e partner.

comments powered by Disqus

Ricerca

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

Speakap: working smarter in the smart working age

La piattaforma social Intranet che abilita collaborazione e coordinamento anche a distanza


Lavoro a distanza e Smart Working: quali le differenze e come arrivarci

Il lavoro a distanza ha incontrato molti favori. Ma lo smart working è un’altra cosa. Vi raccontiamo le differenze e come ci si arriva..


"Ricomincia da te" di Paola Pesatori

Settembre è il mese dell'inizio: della scuola, del lavoro, della ricerca del lavoro, delle promozioni, delle assunzioni.


Come sostituire la revisione annuale delle performance?

Ecco l’alternativa ad una pratica passata di moda


Ah! la sintesi nel cv o nella presentazione di sè. Dipende anche dalla lingua usata...

“Italian is about 30% longer than English". Oltre a essere più breve, l’inglese è oggettivamente più sintetico.

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto