"Cigni selvatici" di Jung Chang

Cigni Selvatici

La Cina mi ha sempre attratto, che io sia la reincarnazione di una principessa cinese o banalmente di un contadino dello Yunnan?

Fatto sta che da giovane - dopo aver visitato un po’ l’Europa da studente e gli Stati Uniti d’America, quando ho iniziato a lavorare per una società di consulenza americana - il primo viaggio all’estero è stata proprio la Cina.

Era il 1988.

Non so esattamente perché la scelsi. So che tuttora mi affascina il fatto che la Cina sia una cultura millenaria, un mondo che al pari del nostro ha creato/inventato/prodotto meraviglie nelle arti e nella scienza.

Nel 1988 sono andata in Cina con Avventure nel Mondo, che ai tempi era veramente una (dis)organizzazione di avventurieri… Lo dico con affetto: ho girato il mondo con loro e ho incontrato alcune delle persone più importanti della mia vita.

L’anno scorso - dopo 30 anni - ho voluto tornarci per vedere il “nuovo mondo”. È lo scritture Yu Hua (“La Cina in dieci parole”) che dice che quello che noi (come Occidentali) abbiamo fatto in secoli (dal medioevo ad oggi) la Cina lo ha fatto in 4 decenni...

Ebbene, è vero, la Cina è cambiata.

Cina, un mondo

Guilin

Del primo viaggio mi rimase impresso Guilin con le sue particolarissime montagne. Facemmo una gita sul Fiume delle Perle con una barchetta e vedemmo i pescatori che usavano i cormorani per pescare stringendogli il collo con un laccio per impedire che inghiottissero le prede, accostammo e visitammo villaggetti in cui la gente si sosteneva mangiando riso nelle ciotole…

Oggi anche i cinesi viaggiano per turismo nel loro paese, allora come oggi.

La stessa gita oggi movimenta 200 motonavi al giorno che ospitano ognuna almeno 100 persone… è cambiato un po’.

Nel cuore conservo la prima impressione di Guilin, nella mente sono felice che il popolo progredisca e le condizioni di vita migliorino anche per loro.

Se ai tempi scoprii la Lonely Planet, in questo viaggio più recente ho scoperto il libro “Cigni Selvatici”.

Quella di Lonely Planet fu una scoperta nel vero senso della parola: andai in Piazza Cavour a Milano, se non ricordo male, dove c’era una grossa libreria. Guardai le guide della Cina e, anche su suggerimento del libraio, scelsi “China – a travel survival kit”, essenzialmente perché avevo per le città la mappa con le indicazioni dei posti (da vedere, per dormire e per mangiare) scritti in inglese e in cinese. Pensai che sul luogo avere lo scritto in cinese sarebbe stato un vantaggio. Sul campo poi, mi accorsi che non tutti sapevano leggere…

Il libro "Cigni selvatici"

Oggi ho scoperto “Cigni Selvatici” su suggerimento di un amico del circolo di golf che va frequentemente in Cina per lavoro. Mi ha consigliato questo volume (in senso letterale!) che racconta la storia del Novecento della Cina. Nonostante la lunghezza è un romanzo avvincente e soprattutto è più che un romanzo: ha basi storiche validate dall’autrice che narra la storia della nonna, della madre e sua raccontando del suo paese e delle mille trasformazioni che l’hanno caratterizzato nel Novecento.

e GoodGoing! ?

Cosa vuol dire tutto ciò in termini di lavoro e di ricerca del lavoro? Vuol dire che per approcciare un paese, delle persone, una civiltà è meglio prepararsi, cercare degli strumenti per capire, per orientarsi, per comprendere il contesto come la Lonely Planet ai tempi e Cigni Selvatici oggi. Altrimenti tutto rimane in superficie e il turista dice che la Cina è bella, mentre il lavoratore che esce da un colloquio e pensa che il colloquio sia andato bene… senza aver capito nulla dell'organizzazione che ha incontrato.

Informazioni sull'autore
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
Mi occupo da oltre dieci anni di Coaching - Career, Executive e Business Coaching – a supporto di: manager, professionisti, imprenditori interessati ad investire su stessi e sulla propria crescita professionale. Vengo da un background di consulenza direzionale, management e imprenditoria. Nel 2016 ho pubblicato il mio primo libro "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" con bookabook. Nel 2018 il mio secondo sul networking: "Connecting Dots: il networking, questo sconosciuto".

comments powered by Disqus

Ricerca

Argomenti

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

"Buonanotte signor Lenin" di Tiziano Terzani

Alcuni libri diventano dei classici e accompagnano la storia, oltre che il tuo viaggio.


"Padre ricco, padre povero" di Robert T. Kiyosaki

Un libro per imparare, anche in vacanza o nel tempo libero


"Cigni selvatici" di Jung Chang

Un libro per comprendere il paese in cui viaggi: uno strumento piacevole ed efficace!


"Sergio Marchionne" di Tommaso Ebhardt

Un libro da portare in viaggio: per divertirsi, per imparare, per confrontarsi, per aprire la mente.


"Un indovino mi disse" di Tiziano Terzani

Prova ad adottare un libro come compagno di viaggio. La lettura valorizza e amplifica l'esperienza che stai vivendo.

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto