Come si cerca lavoro in Svizzera

Come Scrivere Una Candidatura Di Lavoro

Tante volte parliamo male dell’Italia e parliamo invece bene dei nostri vicini di casa, in particolare quanto ci riferiamo all’organizzazione, a come si fanno bene le cose.

E se prendessimo spunto da loro anche su come rispondere ad un annuncio?

Lo so che qualcuno di voi mi dirà che bisogna prendere spunto da loro anche su come si fanno (come si scrivono) gli annunci e come si fa la selezione, ma questo prescinde da quanto in nostro potere come persone singole che sondano il mercato, quindi concentriamoci su cosa possiamo fare noi.

Riprendo il tema dopo che un mio cliente mi ha contattato di recente per un consiglio.

Mi ha mandato un annuncio a cui ha risposto con la documentazione inviatagli dall’azienda che cerca. L’occhio mi è caduti sui consigli su come rispondere all’annuncio stesso intitolato “Advice for candidates applying for an IRB position”.

Suggerimenti su come candidarsi in Svizzera (69 kb.)

Un consiglio? Leggere la pagina allegata ogni volta che si applica per una posizione.

Aver un bel cv non va bene per essere chiamati ad un colloquio.

Avere un bel cv non va bene per ogni posizione.

La lettera di motivazione o di presentazione o di marketing o di accompagnamento, come volete chiamarla è necessaria ed è bene che facciamo noi lo sforzo in primis di dimostrare perché dovrebbero prenderci in considerazione.

Il mercato del lavoro per persone con esperienza richiede non solo di esprimere cosa noi cerchiamo per noi, ma soprattutto cosa noi portiamo all’azienda o ente cui ci proponiamo. E’ un mercato: devo offrire piuttosto che cercare.

Un’application ben fatta può dimostrare che:

Working efficiently is more expected than working hard, even if one does not exclude the other and vice versa.

– Università della Svizzera italiana

E poi, se dovessero chiamarti al colloquio, preparati!

  1. Guarda il sito dell’azienda che vai ad incontrare … in dettaglio, tutto quello che trovi
  2. Pensa a come potrebbe essere il tuo nuovo lavoro perché ti intervisteranno anche su quello. Anche se l’annuncio è sintetico fai delle riflessioni, vedi le alternative, non aspettare di improvvisare se puoi giocare d’anticipo.

Bottom line: le application non vanno fatte in quantità ma in qualità, curandole una per una.

Altrimenti lamentarti perché hai mandato 500 cv e non hai ricevuto risposta dimostra che sai lavorare tanto ma non bene! E nessuno ti prende!

Informazioni sull'autore
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
Cristina Gianotti si occupa da oltre quindici anni di Coaching - Career, Executive e Business Coaching – a supporto di: manager, professionisti, imprenditori interessati a investire su stessi e sulla propria crescita professionale. Viene da un background di consulenza direzionale, management e imprenditoria. Nel 2016 ha pubblicato il suo primo libro "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" con bookabook. Nel 2018 il suo secondo sul networking: "Connecting Dots: il networking, questo sconosciuto".

comments powered by Disqus

Ricerca

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

"Il minimalista" di "Miss Minimalist" Francine Jay

Come raggiungere la felicità! ... più semplicemente qualche spunto per mettere ordine e governare la propria casa, la propria vita professionale...


“C’era una volta il capo” di Cristina Volpi

Ma chi è il capo? C'è solo il capo gerarchico tipo generale dell'esercito o consci qualche altro tipo di capo?


“il FATTORE C” di Paolo Iacci

Il fattore C non domina la nostra vita! Un libro letto in vacanza può dare spunti di riflessione profondi.


"Lettere contro la guerra" di Tiziano Terzani

La guerra in Afghanistan prima o l'abbandono del paese ora è "una buona occasione". Un libro letto in vacanza può dare spunti di riflessione profondi.


La programmazione non è più un lavoro artigianale

Sviluppare applicazioni con piattaforme low-code / no-code significa limitare la necessità di scrivere codice. L’impatto sul mondo del lavoro

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto