Il Networking per cercare opportunità professionali è sopravvalutato?

Networking

Networking, NOTworking?

Sono appassionata di Networking.

Una volta si chiamava estroversione, poi socializzazione, ora networking, anche social networking….

Nel mondo del lavoro serve sia per lavorare sia per trovare nuove opportunità o proprio il successo.

E’ un tema molto trattato specie nel mondo anglosassone.

Di recente ho posto l’attenzione su un articolo "Good News for Young Strivers: Networking is overrated" di Adam Grant, una persona esperta del tema.

L’ho messo da parte come al solito per leggerlo e rifletterci.

Mi fa piacere ogni tanto sentire delle voci fuori dal coro, che non solo vedono i lati negativi e criticano… questi non mi piacciono tanto. Mi piacciono quelli che “vanno oltre” le mode, i modi di dire, i modi di fare, vanno in un certo senso alla radice delle cose.

In più essendo sì appassionata del tema, in realtà mi sono sempre ritenuta un po’ introversa, una che non è poi così “sfacciata” da attaccare bottone con tutti…, una che bada al sodo, al concreto!

Ho trovato quindi molta soddisfazione in questo articolo. Ci sono alcuni punti che mi piacciono proprio e li voglio condividere. 

Non fare lo squalo!

Ci sono persone che si lanciano a fare networking non solo non sapendone di networking, ma dimostrando maleducazione, termine desueto, ma che rende l'idea!

Anch’io ho visto gente in convegni prendere due volte la parola, parlare di sé anziché porre una domanda di interesse generale, mettersi in fila per congratularsi con il relatore ma soprattutto monopolizzarlo e parlare di sé, chiedere in un workshop un contatto personale al relatore di fronte a tutti, etc.

Qui non si tratta di networking o meno, si tratta di essere degli “squali”. Quindi se è questo il volto del networking che avete visto e che non vi convince, beh avete ragione!

Mi fa piacere che sia capitato anche a Grant.

Not long ago, after interviewing a venture capitalist onstage, I announced to the audience that we would take questions but no pitches. The first person at the microphone asked the investor to fund his start-up. I cringed as the second person started to pitch, too. Our educational event had quickly turned into a bad episode of “Shark Tank.”

– Adam Grant

Non chiedere, dai!

Il network si fa dando, non chiedendo.

Visto da un altro punto di vista molto concreto: se hai fatto delle cose interessanti in qualsiasi campo tu ti muova, questo va condiviso per creare un network.

Quindi per prepararsi a incontrare delle persone ecco che conta avere qualcosa da dire in concreto di interesse per l'interlocutore.

L’"elevator pitch" non dice quanto sono bravo, ma cosa ho fatto che potrebbe servire alla persona cui mi rivolgo.

It’s true that networking can help you accomplish great things. But this obscures the opposite truth: Accomplishing great things helps you develop a network. ... Achievements don’t just help us make connections; they also help sustain those connections. Not long ago, I watched a colleague try to climb the ladder of success solely through networking. For a few years, he managed to meet increasingly influential people and introduce them to one another. Eventually it fell apart when they realized he didn’t have a meaningful connection with any of them. Networking alone leads to empty transactions, not rich relationships....

– Adam Grant

Un pò di networking ci sta soprattutto da noi dove se ne fa ancora poco

Ci va anche un po’ di realismo. Se vieni da una buona famiglia è più facile che tu conosca delle persone interessanti o che le persone ti diano credito.

Mi è capitato in un viaggio di piacere: un ragazzo del gruppo era figlio di un imprenditore che conosco di fama. Il ragazzo non mi aveva interessato particolarmente, ma quando ho saputo da dove veniva l’ho guardato con un occhio diverso… Siamo umani!

I don’t mean to suggest that success in any field is meritocratic. It’s dramatically easier to get credit for achievements and break into the elite if you’re male and white, your pedigree is full of fancy degrees and prestigious employers, you come from a family with wealth and connections, and you speak without a foreign accent. (Unless it’s a British accent, which has the uncanny ability to make you sound smart regardless of what words come out of your mouth.) But if you lack these status signals, it’s even more critical to produce a portfolio that proves your potential.

– Adam Grant

Il troppo, stroppia

Quanti si autopromuovono? Un po’ va bene ma troppo stroppia anche su internet dove si può cambiare pagina con un dito. Tutti questi post che mettono in evidenza partecipazioni a convegni, seminari, ecc. ok, ma… SCROLL o Shut UP (comandi sulla tastiera intendo!).

Of course, accomplishments can build your network only if other people are aware of them. You have to put your work out there. It shouldn’t be about promoting yourself, but about promoting your ideas. Evidence shows that tooting your own horn doesn’t help you get a job offer or a board seat, and when employees bend over backward to highlight their skills and accomplishments, they actually get paid less and promoted less. People find self-promotion so distasteful that they like you more when you’re praised by someone else — even if they know you’ve hired an agent to promote you.

– Adam Grant

Di qualcosa si deve sapere!

Insomma pare che si debba essere esperti di qualcosa prima di parlare!

And don’t feel pressure to go to networking events. No one really mixes at mixers. Although we plan to meet new people, we usually end up hanging out with old friends. The best networking happens when people gather for a purpose other than networking, to learn from one another or help one another. In life, it certainly helps to know the right people. But how hard they go to bat for you, how far they stick their necks out for you, depends on what you have to offer. Building a powerful network doesn’t require you to be an expert at networking. It just requires you to be an expert at something. If you make great connections, they might advance your career. If you do great work, those connections will be easier to make. Let your insights and your outputs — not your business cards — do the talking.

– Adam Grant

Se quindi voglio usare il Networking per cercare lavoro o nuove opportunità professionali mi devo preparare nel senso di raccogliere una serie di elementi concreti di interesse a seconda del contesto. GoodGoing! con i suoi consulenti ti può preparare anche in questo.

Aiutiamo le persone a valorizzarsi e a fare networking con dei valori in linea con quanto emerge da questo articolo di Adam Grant che ringrazio e a cui ho messo un bel "Follow" su LinkedIn (mettetelo anche alla nostra pagina :) ).

Informazioni sull'autore
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
Mi occupo da oltre dieci anni di Coaching - Career, Executive e Business Coaching – a supporto di: manager, professionisti, imprenditori interessati ad investire su stessi e sulla propria crescita professionale. Vengo da un background di consulenza direzionale, management e imprenditoria. Nel 2016 ho pubblicato il mio primo libro "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" con bookabook.

comments powered by Disqus

Ricerca

Argomenti

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

Ce l’hai il tuo personal brand online? E riesci a fare carriera grazie a questo?

Oggigiorno il personal brand è un must, ma un conto è averlo, un conto è che funzioni per lo scopo che ci siamo proposti: cercare/cambiare lavoro.


Sapersi vendere consiste nel sapere cosa si ha da offrire e saperlo comunicare. Senza mentire però!

Il mercato del lavoro è un mercato come tanti altri, con i suoi pro e i suoi contro. Una certa etica però dovrebbe sempre prevalere, a partire da noi.


Estate tempo di libri…

Un libro è il compagno che non deve mancare nelle tue mancanze, per divertirti, riflettere, ispirarti...


Avere successo nel lavoro: una lunga strada per arrivarci e tanta energia per mantenerlo

Il lavoro è collegato spesso al successo nella vita. Ne può essere una determinante. Come raggiungere il successo e soprattutto come mantenerlo?


Il lavoro dei sogni? Istruzioni "alternative" per cercarlo e riconoscerlo!

Il lavoro dei sogni? Istruzioni "alternative" per cercarlo e riconoscerlo!

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto