Nelle scuole superiori si fa Cogestione. Cos’è e che contributo abbiamo dato?

Cogestione2020 300X169

Ai miei tempi le scuole si occupavano e si faceva "autogestione": si parlava di Mao, si lavorava a maglia, si facevano assemblee...

Erano gli anni ’70. Ero in un liceo statale di Milano piuttosto centrale e molto di sinistra…

Non ho figli, quindi seguo la scuola solo indirettamente tramite le testimonianze della amiche che sono madri o professoresse.

Un esempio di cogestione: una lezione dal titolo "Cos'è e come si fa un cv"

Immaginate quando una domenica pomeriggio mi chiama una amica per propormi di fare una lezione in un liceo in cogestione. Beh! mi sono fidata anche perché sono curiosa e naturalmente aperta alle nuove esperienze. Dovevo sostituire una head hunter che all’ultimo ha avuto un imprevisto e quindi non poteva tenere una lezione al Liceo Manzoni sul cv : "A cosa serve e come si scrive".

Chi meglio della sottoscritta, che legge, corregge, rivede, spiega cv tutti i giorni da 15 anni quotidianamente… e con successo.

Un po' di domande me le sono fatte: i ragazzi di oggi vengono descritti come sdraiati, alle superiori sopravvivono, non sanno scrivere, ecc.

Per fortuna sono andata in un liceo storico di Milano, assistita da due insegnanti con una folta platea di ragazzi e ragazze (tra i 30 e i 35) dalla terza alla quinta interessati e attenti per due ore di seguito, senza intervallo e senza smartphone!

Che dire?

Plaudo all’iniziativa e ai ragazzi, in questo caso una ragazza di quinta di nome Camilla, che ha proposto questa lezione. Finalmente la scuola insegna anche qualcosa che serve praticamente per affrontare il mondo del lavoro. Mi ricorda una specie di poesia che lessi e mi annotai una volta leggendo al Bibbia di chi fa il nostro lavoro "What color is your parachute?" di Richard N. Bolles:

Img 20200224 154251
Informazioni sull'autore
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
Cristina Gianotti si occupa da oltre quindici anni di Coaching - Career, Executive e Business Coaching – a supporto di: manager, professionisti, imprenditori interessati a investire su stessi e sulla propria crescita professionale. Viene da un background di consulenza direzionale, management e imprenditoria. Nel 2016 ha pubblicato il suo primo libro "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" con bookabook. Nel 2018 il suo secondo sul networking: "Connecting Dots: il networking, questo sconosciuto".

comments powered by Disqus

Ricerca

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

Ah! la sintesi nel cv o nella presentazione di sè. Dipende anche dalla lingua usata...

“Italian is about 30% longer than English". Oltre a essere più breve, l’inglese è oggettivamente più sintetico.


“Il futuro del lavoro è femmina” di Silvia Zanella

Un libro che sviscera l'apporto femminile nel mondo del lavoro. Ma quanto valore ci stiamo perdendo non includendo le donne!


5 fasi per un processo di onboarding efficace – Verso il primo anniversario

Perché l’onboarding non termina con il primo giorno di lavoro


Language is Equality

Why activists say the Oxford Dictionary of English results for 'woman' are sexist


5 fasi per un processo di Onboarding efficace - Il periodo di prova (anche ai tempi dello smart working)

Parliamo ancora di onboarding, per una fase importante. Vi diciamo perché.

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto