Una nuova firma sul nostro blog – Sergio Vicàri

Books A Typewriter And A Mug Of Tea

Da questa settimana una nuova firma si aggiunge al blog di GoodGoing e non è un nome qualsiasi. Seppure non si tratti di inediti, ma della ripubblicazione di articoli già comparsi in altri contesti, vogliamo portare alla Vostra attenzione le riflessioni su temi di stretta attualità come lo Smart Working fatte da Sergio Vicàri, Ingegnere Elettronico, grande esperto di System Engineering, ascoltato consulente e Chief Technical Officer Dept. presso Leonardo S.p.A. – Electronics, di cui potete leggere in fondo all’articolo il resumé del suo percorso professionale.

All’Ing. Vicàri, che ringrazio per avere acconsentito alla nostra richiesta di pubblicare i suoi articoli e le sue riflessioni sul nostro blog, ho chiesto di rispondere ad una domanda, ovvero da dove scaturisca il suo interesse per uno degli argomenti più dibattuti in questi mesi. Questa la Sua risposta:

“La mia attenzione allo Smart Working nasce dall’incrocio di tre esperienze lavorative, tutte vissute con entusiasmo.

La prima e fondamentale, viene dall’essere stato per diversi anni responsabile della gestione delle collaborazioni scientifiche; in quel ruolo delicatissimo fu essenziale capire, definire e organizzare, operativamente, concretamente, l’apporto dell’innovazione e del lavoro intellettuale al business dell’azienda; una sintesi dei risultati ottenuti (in gran parte originali) possono essere letti nell’articolo che Le ho inviato (N.d.R.: i documenti che lo riproducono in due parti per altrettanti file pdf, sono scaricabili al fondo di questo articolo).

La seconda esperienza è il frutto dell’essere stato Process Improvement Manager e aver dovuto dare concretezza e misurabilità a processi e a miglioramenti spesso solo vagamente descritti o altrettanto vagamente richiesti.

Poi la terza esperienza è maturata nel periodo in cui fui Vice Presidente dell’Associazione Italiana dei Quadri di Finmeccanica (QuadriFin). In quella veste è stato centrale evidenziare la valorizzazione del lavoro intellettuale e i suoi obiettivi peculiari, sia nel riconoscimento organizzativo/manageriale, sia nel riconoscimento sindacale/legislativo.

Sul mio profilo LinkedIn compare un articolo, scritto per il Sole 24 Ore, che chiarisce meglio la mia posizione.

Le tre esperienze sopra accennate sono state precedute da una lunga ed intensa attività tecnica (entusiasmante) condotta in aree ad alta e altissima tecnologia, e progressivamente passata dalle aree specialistiche fino alle “vette” del System Engineering.”

Dunque, una competenza costruita attraverso le proprie esperienze, la ricerca di soluzioni pratiche e riflessioni continue, affinate dal dibattito e portate avanti con lucidità ed il pragmatismo ascrivibile alla formazione ingegneristica.

Nei prossimi giorni pubblicheremo l'interessante ed originale articolo sul tema Smart Working scritto da Sergio Vicàri che è all'origine di questa collaborazione.

Chi è Sergio Vicàri

Vicari 2

Si Laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Dopo un breve periodo come ricercatore presso la Fondazione Bordoni entra in Selenia nel 1988. Come Software Engineer collabora allo sviluppo dell’elaboratore MARA®.

Dal 1992 al 2000 è prima System Engineer e poi Project Leader nel Radar System Design Department. Dal 2000 al 2009 è Senior System Engineer nell’unità ATM & Airport Systems; nel 2007 è stato rappresentante Italiano per l’industria al Wassenaar Arrangement on Export Controls for Conventional Arms and Dual-Use-Goods and Technologies Experts Group Meeting. È stato Process Improvement Manager e dal 2009 al 2012 è stato responsabile dell’Unità Gestione delle Collaborazioni Scientifiche di Selex Sistemi Integrati.

Attualmente è nel C.T.O. (Chief Technical Officer) della Divisione Elettronica di Leonardo S.p.A. Dal 2012 è stato rappresentante di Selex SI al "Comitato di Indirizzo Permanente per i Rapporti tra la Facoltà di Ingegneria e la Realtà Produttiva" dell’Università di Roma "ROMA 3". È tra i fondatori del Capitolo Italiano di INCOSE (International Council on Systems Engineering) ora incorporato in A.I.S.E. Associazione Italiana di Systems Engineering.

Impresa, Innovazione e collaborazione scientifica - Prima parte (628 kb.)

Impresa, Innovazione e collaborazione scientifica - Seconda parte (316 kb.)

Informazioni sull'autore
Stefano Carlo Longo
stefano.carlo.longo@goodgoing.it
Stefano Carlo Longo ha una lunga carriera di “innovatore” nel mondo dell’ICT, maturata in funzioni direttive nell’ambito commerciale, del marketing e della consulenza presso alcune tra le più importanti società internazionali, tra cui EY, Atos e Adobe. Co-fondatore di una società di eCommerce dedicata ai vini di alta gamma e investitore in una start up in ambito Mobile Engagement in rapido sviluppo (MobileBridge), ne promuove la presenza presso clienti e partner.

Ricerca

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

La programmazione non è più un lavoro artigianale

Sviluppare applicazioni con piattaforme low-code / no-code significa limitare la necessità di scrivere codice. L’impatto sul mondo del lavoro


È tempo di mettersi in viaggio!

Ovvero: quando è il momento di cercare un nuovo lavoro


Può ripartire la carriera dopo i cinquant’anni?

L’esperienza ha un valore. Mettila a frutto.


Accelerare la carriera a 30 anni. Ritrovare un lavoro dopo i 50. Come?

Due casi reali e le “ricette” di GoodGoing!


Quali speranze in un futuro migliore ci sono per i nostri giovani?

La pandemia ha accentuato la disillusione e la demotivazione delle nuove generazioni

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto