Sono un manager che crede nella squadra

Se vuoi andare veloce, vai da solo. Se vuoi andare lontano, vai insieme.

– Proverbio africano

​ L’organizzazione del lavoro è imprescindibile.

Pur in un mondo sempre più frammentato, un mondo di lavoro precario e frammentato, le aziende rimangono al lor posto e producono ricchezza, lavoro, innovazione, bene per le persone, per la società.

Nelle aziende i manager hanno un ruolo non solo tecnico- specialistico o gestionale ma di gestione delle risorse, in particolare qui pensiamo alle persone. Le persone che appartengono alla loro squadra e che devono essere educate, formate, allevate, …
Una bella responsabilità che ha un impatto sia sul singolo, che sull’azienda, che sull’intera società.

A volte il manager ha avuto degli esempi nei manager con cui ha lavorato nei professori con ci si è formato, nei genitori o negli educatori che lo hanno accompagnato nei primi passi.

A volte questo non basta o è carente.

Executive Coaching

Che fare?

Le aule di formazione, i corsi online vengono spesso messi in discussione in quanto ad efficacia, Cosa c’è di meglio piuttosto che un coach che accompagna il singolo o il tema a individuare i comportamenti da mettere in atto in azienda, nell’organizzazione, nella propria squadra?

Il coach può essere il manager stesso, può essere una persona dell’azienda stessa, ma sempre più spesso anche qui si riconosce che il coach è meglio che venga dall’esterno: un professionista certificato che prenda in carico una persona alla volta o un piccolo tema per farlo evolvere su tematiche quali: la presa delle decisioni, la assunzione di responsabilità, l’autonomia, le relazioni interpersonali efficaci, la risoluzione dei conflitti, …

Quindi?

Nel coaching esistono delle metodologie che vengono riconosciute a livello mondiale. L’executive coaching si occupa proprio di sviluppare i comportamenti coerenti con la mission aziendale in accordo con la visione e i valori dell’organizzazione, attraverso degli step che sono in breve – comportamento per comportamento:

Percorso di Coaching

presente: si tratta di individuare quali sono le situazioni che vanno prese in considerazione per migliorarle

obiettivi: si tratta di individuare sempre in termini di comportamenti concreti cosa va messo in pratica

via: vanno individuate le modalità per passare dalla situazione presente alla situazione obiettivo in termini di situazioni concrete in cui mettere in pratica i nuovi comportamenti

azione: si passa necessariamente l’azione concreta – altrimenti non è coaching – e si valuta come è andata in modo da riciclare facendo tesoro dell’esperienza concreta.

Cosa serve per avere successo in tutte queste attività?

Un regista, un allenatore, un coach, un senior… Aldilà delle parole e dei titoli: una persona che sappia come si fa e ti suggerisca e ti accompagni nel percorso, senza sostituirsi a te.

Non sono chiacchiere: vengono usati template, esempi, test, colloqui e messa a disposizione un’esperienza variegata e pluriennale.

Roberto, il manager che valorizza le persone

In una prima fase l’Head Hunter che lo ha proposto all’azienda per aiutare l’inserimento e renderlo di successo gli propone un breve percorso di Executive coaching.

A che pro? Per adeguare i comportamenti manageriali frutto dell’esperienza di Roberto in altre realtà aziendali in cui ha lavorato in precedenza.

Coaching Aziendale Foto

Ecco quindi che comportamenti manageriali consolidati possono essere adeguati e per adeguarli pensare di farlo sbagliando e impattando quindi i risultati aziendali non è una buona idea. Meglio farsi aiutare da un coach esterno e mettere a punto un percorso individuale per alcune persone della squadra e un team coaching per la squadra al completo. Le tematiche possono allargarsi a tematiche come la digitalizzazione che pare essere diventata il nuovo "mantra" e che va però messa a terra, come sostiene Roberto nella sua concretezza.

GoodGoing! ti supporta

GoodGoing! si distingue per avere essa stessa una squadra di coach, consulenti, professionisti e imprenditori a disposizione della persona che vuole fare sempre meglio nella sua sfida professionale. Ecco quindi che un Executive Coach certificato può supportare la prima linea di Roberto utilizzando un metodo consolidato e una lunga esperienza d'azienda come manager esso stesso.

Dopo la fase pilota sulla sua prima linea Roberto ha allargato l'intervento sulla seconda linea utilizzando in questo caso interventi di Team Coaching.

Temi su cui Roberto ha voluto lavorare:

  • comunicazione
  • vendite
  • digitalizzazione.

GoodGoing! ha proposto sia figure professionali sia strumenti ad hoc. Un esempio?

Le analisi di personalità di TTI Success Insights per Comportamenti, Motivazioni e Intelligenza Emotiva.


Visualizza altri casi inerenti a: Analisi di personalità, Executive Coaching, Intelligenza Emotiva, Team Coaching.

Vuoi sapere cosa vuol dire questo nel tuo caso specifico? Contattaci senza impegno!

Ricerca

Argomenti

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

"Buonanotte signor Lenin" di Tiziano Terzani

Alcuni libri diventano dei classici e accompagnano la storia, oltre che il tuo viaggio.


"Padre ricco, padre povero" di Robert T. Kiyosaki

Un libro per imparare, anche in vacanza o nel tempo libero


"Cigni selvatici" di Jung Chang

Un libro per comprendere il paese in cui viaggi: uno strumento piacevole ed efficace!


"Sergio Marchionne" di Tommaso Ebhardt

Un libro da portare in viaggio: per divertirsi, per imparare, per confrontarsi, per aprire la mente.


"Un indovino mi disse" di Tiziano Terzani

Prova ad adottare un libro come compagno di viaggio. La lettura valorizza e amplifica l'esperienza che stai vivendo.

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto