Il tuo profilo LinkedIn per cercare lavoro in 4 passi

Linkedin Iscrizione

Linkedin: per chi cerca lavoro

Linkedin è diverso se cerchi un nuovo lavoro e se cerchi clienti perchè sei un consulente, un professionista, un imprenditore.

Vediamo il I caso: sono una persona che tiene al lavoro e non disdegno di valutare anche solo passivamente nuove opportunità oppure sondo il mercato senza fretta ma con un certo interesse.

Vivo e lavoro in Italia, o comunque qui mi voglio muovere.

Innanzitutto, la lingua: italiano o inglese. Logica vorrebbe italiano, eventualmente entrambi. Si interagisce nella lingua del post o dell’annuncio di lavoro o del messaggio: italiano con italiano, inglese con inglese. E il profilo? Una volte c’era solo l’inglese e i pigri hanno tenuto solo quel profilo. A volte l’inglese serve per posizionarsi a livello internazionale o in una cerchia di persone per cui usare l’italiano o l’inglese è sostanzialmente indifferente, è quindi un messaggio implicito quello di dire scrivo in inglese perché lo so, lo uso e ho anche una esperienza e mentalità internazionale.

Il profilo deve essere completo in tutte le sue parti e coerente: lo sfondo (non bianco o color carta da zucchero come in questo periodo), foto, header, about. Queste prime parti sono le più importanti perché sono quelle che vengono visualizzate sempre se non le uniche visualizzate (a seconda di come settate i parametri privacy verso le vostre connessioni). Anche lo sfondo deve dire qualcosa di te.

Esperienze: non un cv, ma di sicuro le aziende e i ruoli ricoperti con un minimo di descrizioni: non tutto conoscono l’azienda per cui lavori, non tutti i titoli di ruolo sono autoesplicativi (nessun titolo di ruolo lo è in realtà). Nessuna informazione riservata, mi raccomando o dettagli da lasciare eventualmente per altri parti del profilo (come ad esempio i progetti). Mentre nel cv si mettono dei dettagli (come i risultati io le realizzazioni qui non è consigliato). Mentre il cv in Italia deve essere completo per qunato attien ella cronologia, qui si possono anche tarscurrae i primi incaricihi se la stori aporfessionale è particolarmente lunga…

E poi ci sono le altre parti: Education

Skills and endorsement
Recommendations Accomplishments
Interests.

Queste parte da noi sono ancora considerate di minor conti, mentre in altri paesi è il contrario. In UK da anni se non hai almeno 15 recommendations non ti presenti bene. Se hai dei punti di forza evidenti negli skills devi avere almeno 99+ endorsements, lo sapevi? Io stessa l’ho scoperto e notato di recente. Se ti muovi in un contesto internazionale anche il Latino potrebbe essere una lingua tra quelle da evidenziare, e così via.

In questo come in altri temi di marketing/branding ci sono delle posizioni e degli stili in parte soggettivi. Certo è che una persona di esperienza può motivarvi e farsi riflettere su vari aspetti e punti di vista in modo da trovare la chiave del vostro miglior profilo (sempre rispetto all’obiettivo).

L'obiettivo: cercare lavoro

Ecco, l’obiettivo: qui si tratta di evidenziare quanto siamo competenti per aspirare ad un certo ruolo in azienda.


Basta un profilo ben fatto? No, ma è un ottimo punto di partenza e non si fa in un’ora, credetemi.

E poi? Non basta esserci per essere notati.
Può essere utile visionare giornalmente i jobs e rispondere subito.

Può essere utile seguire aziende target e gruppi o persone con le nostre stesse competenze, nel senso di leggerne i post ed eventualmente commentare. Poco tempo fa si consigliava di condividere, oggi si consiglia di commentare e di coinvolgere altre persone proprio come se si stesse dialogando…

Necessaria la professionalità: Facebook è un altro social (almeno per ora).

Sconsigliato l’egocentrismo: autoincensarsi per aver tenuto un webinar… fossimo su Fb ok, su LinkedIn è controproducente.

Consigliato: dare un contributo anche in termini di conoscenza, condividere consigli, informazioni di utilità nell’ambito che professionalmente vi contraddistingue.

Consigliato: in positivo sempre, altrimenti meglio desistere!

About the author
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
For more than fifteen years Cristina Gianotti has been working in Coaching - Career, Executive and Business Coaching – supporting managers, professionals and entrepreneurs that are interested in investing in themselves and their own professional development. She comes from a management consulting, management and entrepreneurial background. In 2016 she published her fisrt book "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" (It is easy to change job if knowing how) with bookabook. In 2018 the second one "Connecting Dots: il networking questo sconosciuto" (Connetting dots: the unknow professional networking").

comments powered by Disqus

Search

Recommended

I want to move forward in my profession

I'm a qualified and professionally dedicated person but I'd like a Career Transition. How can I improve to remain up to date & appealing for the mkt?


I am looking for guidance

Even the labour market is governed by the laws of supply and demand. To present yourself you should start from yourself. It's time for Career Coaching


I want to explore the market

At a certain point people want to change position, company or market to progress and earn more money…A Counsellor could give the necessary guidance.


Could I work as a consultant?

Throughout the world and in Italy in particular, the role of Consultants has evolved in recent decades…do you really have what it takes?


Do I have what it takes to be an entrepreneur?

To be an Entrepreneur or to work as an entrepreneur? In a labour market where there appears to be a lack of jobs... creating work is an option!

Recent Posts

Accelerare la carriera a 30 anni. Ritrovare un lavoro dopo i 50. Come?

Due casi reali e le “ricette” di GoodGoing!


Quali speranze in un futuro migliore ci sono per i nostri giovani?

La pandemia ha accentuato la disillusione e la demotivazione delle nuove generazioni


Il tuo profilo LinkedIn per cercare lavoro in 4 passi

Sia che tu ci sia già o non ci sai o voglia verificare cos'è meglio afre su LinkedIn per cercare lavoro segui questi 4 passi.


LinkedIn: lo conosci davvero?

LinkedIn è un'ecosistema in evoluzione, ma quanto lo sanno e lo sanno usare per i propri obiettivi?


GoodGoing! e la Corporate Social Responsabiliity (CSR)

Ormai le migliori organizzazioni si occupano dell'impatto sociale di quanto fanno. Noi questo lo interpretiamo facendo in primis qualcosa di "buono".

This site uses cookies for a better browsing experience. If you want to know more or want to change the settings of your browser, please visit our Privacy Policy
I agree