La lettera di presentazione del CV: il segreto per trovare lavoro

Lettera di accompagnamento del Curriculum vitae

Molti hanno sentito parlare di lettera di presentazione, ma ai più tale documento risulta un illustre sconosciuto! La lettera di presentazione non è come il cv che può avere una struttura generica di base, la lettera è innanzitutto una "lettera".

Ricordo cos’è una lettera visto che ormai di lettere se ne scrivono poche nella vita privata!

La lettera ha innanzitutto un destinatario

La lettera di presentazione di un cv va scritta avendo in mente il destinatario.

Nel caso in cui si presenti il cv per candidarsi a una posizione pubblicata in un annuncio si devono seguire innanzitutto le indicazioni date per candidarsi (es. online, per iscritto, riempiendo un questionario su un sito). In tal caso le indicazioni rilevanti sono relative al contenuto della lettera (vedi sotto).

Nel caso in cui si presenti il cv in modo spontaneo a un head hunter (HH) o a una società di ricerca e selezione è consigliabile prendere informazioni su cosa fa la società (per esempio se si occupa di figure professionali simili alla nostra) e individuare possibilmente la persona all’interno dello Studio che si dedica in particolare al mercato a cui apparteniamo o che è di nostro interesse. Ciò vuol dire - lo rendo esplicito – che è sempre consigliabile mirare la presentazione e personalizzarla. Ciò è fondamentale in termini di comunicazione per aumentare la probabilità di suscitare interesse. 

Nel caso in cui voglia presentarmi a un’azienda specifica, lo studio dell’azienda, del mercato cui appartiene, della persona a cui rivolgersi è determinante. Oggi per fortuna c’è internet e il reperimento di tali informazioni, che una volta, anche solo 15 anni fa, poteva essere un lavoro da esperti, è alla portata dei più.

La lettera ha fondamentalmente un contenuto

La lettera non aggiunge informazioni su di noi rispetto a quanto c’è scritto nel cv, semplicemente mette in evidenza due o tre punti fondamentali di noi rispetto all’interlocutore.

Nel caso della risposta a un annuncio, la lettera non deve essere generica, ma sottolineare quello di noi che risponde a quanto richiesto come requisito per la posizione ricercata. Tra l’altro, tale esercizio ci permette di selezionare meglio gli annunci a cui rispondiamo e facilita il lavoro del selezionatore, migliorando quindi la nostra posizione competitiva rispetto alla concorrenza.

Nel caso in cui scriva a un HH, è consigliabile qualche riga di presentazione del nostro profilo in termini di competenze e di aziende per cui ho lavorato, in particolare se sono aziende leader nel mercato di riferimento, che quindi ci posizionano facilmente.

Nel caso in cui invece ci si presenti a un’azienda in modo spontaneo è consigliabile presentarsi in modo sintetico insistendo su alcune competenze e risultati che possono essere di interesse per l’azienda rispetto ai bisogni e alle necessità del momento.  Devo essere io a interessare all’azienda, non essere l’azienda interessante per me! Contro intuitivo? E’ il linguaggio del business!

La lettera propone qualcosa

Un po’ di entusiasmo non guasta mai.

Nel caso di un annuncio una frase di interesse per la posizione è ok.

Nel caso di un head hunter può valere la pena di indicare la motivazione al cambiamento, l’obiettivo della propria ricerca. In questo caso l’HH deve diventare effettivamente un alleato per i nostri obiettivi professionali, pur dovendo noi fornire elementi di business per dimostrare la validità del nostro profilo.

Nel caso di un’azienda l’ideale sarebbe far nascere un interesse tale per il proprio profilo che venga voglia al destinatario di chiamarci per conoscerci. Il nostro obiettivo deve essere presentato come se fosse un bisogno dell’azienda.

La lettera non ha un oggetto

Sono passati i tempi in cui uno scriveva “richiesta di assunzione” o cose del genere….  Non si intesta la lettera con un oggetto. Ciò non è né male né bene, è semplicemente diverso!

Informazioni sull'autore
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
Mi occupo da oltre dieci anni di Coaching - Career, Executive e Business Coaching – a supporto di: manager, professionisti, imprenditori interessati ad investire su stessi e sulla propria crescita professionale. Vengo da un background di consulenza direzionale, management e imprenditoria. Nel 2016 ho pubblicato il mio primo libro "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" con bookabook.

comments powered by Disqus

Ricerca

Argomenti

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

Ce l’hai il tuo personal brand online? E riesci a fare carriera grazie a questo?

Oggigiorno il personal brand è un must, ma un conto è averlo, un conto è che funzioni per lo scopo che ci siamo proposti: cercare/cambiare lavoro.


Sapersi vendere consiste nel sapere cosa si ha da offrire e saperlo comunicare. Senza mentire però!

Il mercato del lavoro è un mercato come tanti altri, con i suoi pro e i suoi contro. Una certa etica però dovrebbe sempre prevalere, a partire da noi.


Estate tempo di libri…

Un libro è il compagno che non deve mancare nelle tue mancanze, per divertirti, riflettere, ispirarti...


Avere successo nel lavoro: una lunga strada per arrivarci e tanta energia per mantenerlo

Il lavoro è collegato spesso al successo nella vita. Ne può essere una determinante. Come raggiungere il successo e soprattutto come mantenerlo?


Il lavoro dei sogni? Istruzioni "alternative" per cercarlo e riconoscerlo!

Il lavoro dei sogni? Istruzioni "alternative" per cercarlo e riconoscerlo!

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto