Business Plan versus Business Model Design?

Unnamed

Negli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso di Business Model Design, sia nella sua forma più nota – il Business Model Canvas di Alexander Osterwalder, che nella sua forma un po’ meno nota del Lean Canvas di Ash Maurya.

I tempi cambiano

L’innovazione digitale richiede un aumento di velocità, per le imprese, gli imprenditori e le start-up per creare o per ridefinire il proprio modello di business, in modo da essere il prima possibile operativi o reagire nel minor tempo possibile ai cambiamenti in corso nei mercati di riferimento.

Cosa scegliere, allora, per descrivere al meglio il proprio Business Model? Molta letteratura definisce il business plan e il business model design come due modi alternativi di descrivere l’azienda e il valore da lei generato, il business model, appunto. Ritengo, invece, che non lo siano, ma che per una buona riuscita di ogni attività imprenditoriale si dovrebbero utilizzare entrambe.

Strumenti alternativi o complementari o sequenziali?

Ogni imprenditore parte dalla propria business idea, e deve stabilire per prima cosa: cosa fare, come farlo e per quali clienti. Deve, però, fare attenzione a non innamorarsi del suo “prodotto”, ma essere il più possibile disincantato rispetto alle possibilità di successo e alla sostenibilità della sua idea. Nel caso di una start up o di una qualunque nuova idea imprenditoriale, consiglio di partire dal Lean Canvas, che concentrandosi sul bisogno da soddisfare e sulle possibili modalità di realizzazione, permette di mettere a fuoco la business idea. Una volta che questa è stata affinata si potrà disegnare o ridisegnare, nel caso di imprese già esistenti, il modello di business attraverso l’impiego del Business Model Canvas.

Perché proprio il Business Model Canvas? Perché definisce in maniera chiara e intuitiva i suoi clienti, cosa la distingue, le sue risorse e relazioni chiave, i suoi canali distributivi e la struttura dei costi e dei ricavi. Un business model sintetizzato in una pagina è uno strumento snello, visuale, di facile lettura, che può essere usato dal singolo imprenditore o dai manager di un’azienda, che permette di condividere ed illustrare rapidamente la propria azienda.

Allora, perché ritengo che sia importante per un’impresa o un imprenditore avere anche il business plan? Perché il Business Plan è il documento, formale, che descrive in maniera qualitativa e quantitativa, attraverso tabelle economico-finanziarie, cosa e come fare per mettere in pratica il proprio business model.

In sintesi, sarebbe auspicabile redigere il Business Plan dopo aver creato e validato il proprio modello di business grazie all’impiego del Business Model Canvas.

About the author
Tamara Andreello
tamarello@hotmail.com
Tamara Andreello graduated in Economics at University of Turin. After a twenty-year career in medium-large companies, in various managerial functions and roles and in international contexts, for some years now she has been dealing with management consulting, in particular strategic planning and organizational processes. She focuses her attention on small and medium-sized enterprises, she accompanies them planning and impementing their business model, developing business plans and business model canvas and reorganizing processes and internal communication.

comments powered by Disqus

Search

Recommended

I want to move forward in my profession

I'm a qualified and professionally dedicated person but I'd like a Career Transition. How can I improve to remain up to date & appealing for the mkt?


I am looking for guidance

Even the labour market is governed by the laws of supply and demand. To present yourself you should start from yourself. It's time for Career Coaching


I want to explore the market

At a certain point people want to change position, company or market to progress and earn more money…A Counsellor could give the necessary guidance.


Could I work as a consultant?

Throughout the world and in Italy in particular, the role of Consultants has evolved in recent decades…do you really have what it takes?


Do I have what it takes to be an entrepreneur?

To be an Entrepreneur or to work as an entrepreneur? In a labour market where there appears to be a lack of jobs... creating work is an option!

Recent Posts

Una nuova firma sul nostro blog – Sergio Vicàri

Si allarga il fronte dei contributi e si arricchisce la discussione sullo Smart Working


No-code: il nuovo mantra per sviluppare software rapidamente

Domanda elevata (di nuovo software) ed offerta limitata (di programmatori) impongono l’adozione di strumenti atti a ridurre tempi e costi di sviluppo.


Dovete ripensare il vostro Company Profile?

Noi lo abbiamo realizzato così


Business Plan versus Business Model Design?

Uno strumento antico e uno più moderno al servizio dell'imprenditore e del suo business


A cosa serve il consulente di direzione aziendale / Business Designer in GoodGoing!

Per supportare la nascita di una nuova attività imprenditoriale il supporto di un consulente di direzione fa la differenza.

This site uses cookies for a better browsing experience. If you want to know more or want to change the settings of your browser, please visit our Privacy Policy
I agree