Curriculum Vitae in formato "libero": un template di riferimento

Curriculum Vitae in formato libero

Nella comunicazione verso le aziende private è consigliabile un curriculum vitae in formato libero strutturato con cinque sezioni, di cui tre maggiori e due accessorie:

1) riferimenti

2) profilo professionale

3) esperienze professionali

4) altre informazioni

5) libertoria privacy.

Le 2, 3 e 4 sono il corpo fondamentale del cv.

Un formato libero – ma strutturato – ci permette di comunicare meglio rispetto al formato europeo. Ci permette, in forma sufficientemente sintetica, di descrivere ruoli e realizzazioni svolte, dando a ciascuna il peso che è giusto dare in base all’obiettivo comunicativo.

Per esempio, la prima esperienza rispetto all’n-esima in ordine di tempo va scritta dedicandovi meno peso: è un’esperienza che magari è stata poi superata da passi successivi e quindi è meglio che dedichi maggiore attenzione a quello che so esprimere ora e non in passato. In più va considerato se tale esperienza in là nel tempo è rivendibile come competenza o viceversa sul mercato non sarei più competitivo, dovrei studiare, fare esperienza, imparare nuovamente. Dal punto di vista aziendale se sto cercando una competenza la compro dal mercato subito disponibile o se devo formare una persona la prendo giovane e non già “con esperienza” per riqualificarla. Giusto o meno, condivisibile o meno, questo è lo stato dei fatti attuale!

Inoltre non sono costretta al puro elenco in ordine cronologico, che dal punto di vista della comunicazione non è ideale: magari nella stessa azienda in periodi diversi e ciclicamente ho svolto diversi ruoli. La pura cronologia potrebbe essere, oltre che dispersiva, inefficace. Meglio quindi esporre le proprie capacità in modo raggruppato e quindi più facile da comprendere per un interlocutore esterno.

A seconda della seniority uso il senso cronologico: dall’esperienza più in là nel tempo a quella più recente o anticronologico (senso inverso).

Ai giovani freschi di studi con alcuni anni di esperienza si consiglia il senso cronologico per far vedere come sono passati dagli studi al lavoro e come hanno fatto i primi progressi.

Per le persone con più di 10 anni di esperienza si può usare il senso anticronologico e dare importanza in primis alla professione attuale come consolidata e come punto di ripartenza per un altro incarico.

Di seguito viene fornito un template frutto di anni di esperienza.

Template cv cronologico (anticronologico) (177 kb.)

Meglio lasciare alla lettera di marketing altre informazioni, come, per esempio, la disponibilità a viaggi e trasferte e soprattutto gli obiettivi professionali, in modo da essere mirati rispetto all’interlocutore e non generici. Nella comunicazione la genericità non “buca”.

Se devo scrivere un cv per un altro paese diverso dall’Italia mi devo adeguare alla comunicazione in quel paese. Per quanto riguarda l’Europa lo schema qui fornito è basato sulle competenze e fattuale e quindi spendibilissimo. Per gli USA lo stile, se non la struttura, va rivisto.

A tale proposito va tenuto presente che i servizi di scrittura cv che si trovano disponibili su internet e che vengono tipicamente da paesi anglosassoni potrebbero non essere il meglio rispetto al mercato italiano o al singolo mercato: se gli UK possono pretendereche io mi adegui al loro stile, in Italia pretendo che ci si adegui al stile professionale.

Informazioni sull'autore
Cristina Gianotti
cristina.gianotti@goodgoing.it
Cristina Gianotti si occupa da oltre quindici anni di Coaching - Career, Executive e Business Coaching – a supporto di: manager, professionisti, imprenditori interessati a investire su stessi e sulla propria crescita professionale. Viene da un background di consulenza direzionale, management e imprenditoria. Nel 2016 ha pubblicato il suo primo libro "E' facile cambiare lavoro se sai come fare" con bookabook. Nel 2018 il suo secondo sul networking: "Connecting Dots: il networking, questo sconosciuto".

comments powered by Disqus

Ricerca

Consigliati

Voglio crescere nella mia professione

Sei una persona preparata e dedita alla tua attività: come puoi fare carriera e migliorare la tua posizione lavorativa? Contattaci per una consulenza.


Sono in cerca di un orientamento

Per proporsi bene sul mercato del lavoro occorre partire da se stessi, capire attitudini e punti di forza. Il Career Coaching può aiutarti. Contattaci


Voglio sondare il mercato

A un certo punto si vuole cambiare: cambiare ruolo nella stessa azienda, cambiare azienda…il Coaching può darti la guida per scegliere il meglio.


Potrei fare il consulente?

Diventare consulente e mettersi in proprio, un ruolo cambiato negli ultimi decenni e che può offrire buone opportunità se hai la stoffa per coglierle.


Ho la stoffa dell'imprenditore?

Diventare imprenditore, dare vita a un nuovo progetto e creare posti di lavoro: se non sai come fare contattaci e scopri che imprenditore sei.

Ultime Pubblicazioni

Come allargare il proprio network a fini professionali

Networking è allargare il cerchio delle conoscenze sfruttando le occasioni professionali per entrare in contatto con persone di interesse.


5 fasi per un processo di onboarding efficace - Il primo giorno di lavoro

Qualche consiglio ed un promemoria per integrare al meglio i nuovi collaboratori nella vostra organizzazione


“La casa nella pineta” di Pietro Ichino

Storia di una famiglia borghese del Novecento e - attraverso di essa - la nostra storia.


5 fasi per un processo di Onboarding efficace - Prima del primo giorno

Quali attività pianificare per un processo di Onboarding efficace


Ce la farai a cambiare lavoro!

Volere è potere: non è una frase fatta e quella che segue è una storia vera che nell'Italia di oggi è una storia emblematica e di successo.

Questo sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o vuoi cambiare le impostazioni del tuo browser, visita la nostra Privacy Policy
Accetto